ECCO Se avete feedback su come possiamo rendere il nostro sito più consono per favore contattaci e ci piacerebbe sentire da voi.

 
MARTEDI' 16 GIUGNO 2015


CONFERENZA DI 
VITO  LUPO

a cura di Alessandro Cova




Ottima affluenza di pubblico al Ring 223 in occasione della conferenza di Vito Lupo, fatto peraltro ampiamente prevedibile data la caratura dell’Artista che, come tutti i grandi Artisti, si è rivelata persona estremamente affabile e gioviale fin dalla cena che ha preceduto la conferenza stessa.

Accompagnato dall’attrice Arianna Moro, per l’occasione traduttrice nonostante Vito padroneggi brillantemente l’italiano, la conferenza ha avuto inizio con la condivisione delle fasi di riscaldamento che precedono qualsiasi sua esibizione: saltelli sul posto per innalzare la temperatura corporea e turbinio delle mani, agitate velocemente avanti e indietro come se ci si volesse liberare delle proprie dita.


Il riscaldamento pre-esibizione


Bene, ora con la…...."molla energetica" caricata al massimo, si può cominciare con la prima routine, la corda tagliata e restaurata, anticipata però da una premessa: la conferenza non prevederà carte, monete e quella raffica di effetti che, a volte, contraddistingue situazioni analoghe, bensì verterà su argomenti che possano fornire spunti per rendere più originale la struttura dei nostri numeri. 

Quindi corda tagliata, restaurata, trasformata in anello, nuovamente tagliata, annodata e chi più ne ha più ne metta. Non sono mancate sottigliezze utili quali, ad esempio, consigli su come raccogliere un oggetto (nel caso specifico uno spezzone di corda) che dovesse malauguratamente scivolarci dalle mani. Probabilmente al pubblico non sfuggirà l’accaduto, ma il semplice gesto del raccoglierlo può essere trasformato e gestito con una sfumatura, a suo modo, teatrale.

Routine interessante sia per l’adozione della “forbice invisibile”, simulata dalle due dita indice e medio poste a “"V", sia per la soluzione tecnica che rappresenta una valida alternativa al metodo maggiormente conosciuto. Essa non sarà qui rivelata, perdonate l'ermetismo ma al momento quest’area del sito non è riservata e, pertanto, è accessibile a tutti. Consideratelo un simpatico invito, nel limite del possibile, ad assistere alle conferenze…...




La Corda tagliata e restaurata



Secondo argomento: bolle di sapone, e che bolle..! Soprattutto che fantastica “pozione magica” per realizzarle! Le bolle prodotte con questa particolare soluzione possono rimbalzare molte volte sulle mani (dotate di guanti), braccia, gambe, oggetti e possono essere riprese con la cannuccia, rigonfiate, accorpate…! Vito ha anche dato a molti dei presenti la possibilità di sperimentare direttamente l’esperienza del rimbalzo, con notevole successo. Chicca finale: l’'illusione della sospensione della bolla tra le dita, eseguita anche da Benjamin, altro suo collaboratore presente alla serata.



Prova collettiva di rimbalzo


La Bolla Sospesa di Benjamin


Piccolo break per poi riprendere con la presentazione di un gimmik per la produzione di foulard, con tanto di prova pratica sostenuta dal nostro Alessandro Brocco, alias “Sander” che potete vedere raggiante a fronte del risultato raggiunto.


L'orgoglio di Sander


Molto accattivante anche un'istantanea trasformazione di una piccola e svolazzante piuma bianca in una super-piuma dieci volte più grande.


Tornando al tema dei foulard, Vito Lupo ha eseguito una bella Balls Transposition che è servita come base per introdurre un altro argomento importante: le musiche, non tanto dal punto di vista della musica in sé, quanto per il feeling che bisognerebbe instaurare tra il nostro personaggio e, appunto, la musica sulla quale eseguiamo il nostro numero. A riguardo ha svolto un "micro workshop” nel quale ha coinvolto Skizzo e Angelo Mirra, ai quali ha fatto eseguire (con nessuna attenzione all’aspetto tecnico) la medesima Balls Transposition chiedendo alle sue “cavie” di adeguare i propri movimenti e atteggiamenti alle musiche scelte (da lui) come sottofondo: situazione in superficie sicuramente esilarante ma, al contempo, spunto per interessanti riflessioni.


Una fase della Balls Transposition


Si quindi è giunti alla conclusione della conferenza con alcune considerazioni molto profonde circa, sinteticamente, l’atteggiamento mentale verso la vita. Sì, avete letto bene, non solo verso la Magia ma verso la vita in generale, a cominciare dallo sforzarsi di svegliarsi la mattina con un bel sorriso sulle labbra, a prescindere da tutto e tutti:  un bel sorriso rivolto innanzitutto a NOI STESSI per cominciare bene la giornata. Provarci non  costa assolutamente nulla…!!!



Vito Lupo e Arianna Moro con il nostro presidente Shaun Yee


Un calorosissimo ringraziamento a Vito Lupo e ai suoi collaboratori per questa bella conferenza e…... alla prossima!

 A.C.





 
I.B.M. RING 223 di Milano  - Codice Fiscale: 97647770151
Sede di ritrovo:   Viale della Repubblica, 110 - Lissone (MB)
presso "La Bottega delle Idee"
  Site Map