If you have any feedback on how we can make our new website better please do contact us. We would like to hear from you.
 

10 febbraio 2016
Conferenza di
Walter Maffei

a cura di Alessandro Cova


Walter Maffei


La sigla di apertura della splendida conferenza di Walter Maffei doveva essere “The show must go on…”! Sì, perché Walter ha sostenuto due ore abbondanti di esecuzioni, spiegazioni, racconto di aneddoti e quant’altro nonostante i dolori procurati da un ascesso a un dente, manifestatosi poco prima dell’entrata in scena. Questo basterebbe a delineare il profilo di questo Artista che, tra le molteplici sfaccettature della sua attività professionale, può annoverare l’aver degnamente rappresentato l’Italia al FISM 2015 di Rimini.

La vera apertura della conferenza, invece, è stata una suggestiva dimostrazione dell’impiego di una lampada di Wood nel corso dell’esecuzione di una routine di corde; la particolarità di questa lampada, infatti, conferisce alla corda una luminescenza molto particolare rendendola, oltretutto, ben visibile anche in caso di distanze considerevoli tra la scena e il pubblico.

Per stessa ammissione dell’Artista, la routine non prevedeva tecnicismi particolari, anzi, si può dire che fosse costituita dagli elementi base: ciò non a caso, bensì ad ulteriore rinforzo di uno dei fondamenti della Magia di Walter Maffei, vale a dire sottrazione e semplicità a favore di emozione e teatralità. Il sapiente utilizzo di una melodia per chitarra estremamente azzeccata, infine, ha trasformato quella che poteva rischiare di essere la mera esecuzione di alcuni effetti in una danza sensuale, quasi un corteggiamento, tra l’uomo e l’oggetto inanimato che prende vita tra le sue mani.


 

Corda e lampada di Wood


Sempre in tema di lampada di Wood si è poi passati a valutarne l’impatto positivo su un effetto storico come il Gipsy Tread:  il semplice trattamento del filo con un passaggio di evidenziatore ne consente, come nel caso precedente, l’esecuzione anche da notevoli distanze ampliandone l’utilizzo anche in scena.

Anche in questo effetto l’attenzione per i dettagli: spezzare il filo con la fiamma di una candela (da accendersi preferibilmente con un vecchio e caro fiammifero anziché un anonimo accendino) e, possibilmente, inserita in un candeliere degno di tale nome.



Gipsy Tread



Raffronto tra un candeliere elegante ed uno misero


Tutti questi particolari, sommati all’attenzione per i “contenitori” di scena (bellissimi cofanetti in legno ed un’elegante cappelliera antica) conferiscono alle esecuzioni un’atmosfera retrò molto suggestiva.


Come già accennato, durante la conferenza Walter regalava aneddoti derivanti da oltre venticinque anni sulle scene come, ad esempio, l’aver “inventato” un gimmick per la produzione di sabbia dalle mani con un oggetto di fortuna dopo aver distrutto, calpestandolo, l’originale. E se vi siete persi la conferenza, purtroppo, rimarrete con la curiosità…..!


Sabbia dalle mani


Simpatica la routine di manipolazione di una sigaretta, costruita combinando tre effetti base, per ascoltare poi com’è nato il “Maffei Trade Mark”, il Marchio di Fabbrica di Walter Maffei: il boa di piume, diventato il suo emblema unitamente al tormentone “Ambiance”

In verità ci sarebbe un secondo francesismo che lo contraddistingue, e chi lo conosce potrà certo sorridere….

 

Il Boa

Altro pezzo forte della serata una routine con anelli cinesi, solitamente condivisa in scena con un bambino del pubblico per l’occorrenza magistralmente interpretato dal grande Sander. Ulteriori finezze sia di esecuzione che, e soprattutto, di presentazione hanno arricchito questo effetto tradizionale.


Gli Anelli Cinesi


 Il piccolo aiutante


Non poteva mancare un’incursione nel Mentalismo e anche in questo caso Walter ci ha regalato un bell’effetto di carte, molto diretto quanto semplice, comprese un paio di gag divertenti di pseudo-lettura del pensiero.



Mentalism moment

Gran finale con un salto nel macabro con un bel coltello nel braccio magistralmente eseguito, per il quale parlano decisamente meglio le immagini che le parole, conclusosi con una bella nevicata “sanguigna”….






Come detto all'inizio è stata una conferenza davvero speciale, quindi un calorosissimo ringraziamento a Walter Maffei e alla sua stoica  professionalità....

 …alla prossima !

 A.C.




 
I.B.M. RING 223 di Milano  - Codice Fiscale: 97647770151
Sede di ritrovo:   Viale della Repubblica, 110 - Lissone (MB)
presso "La Bottega delle Idee"
  Site Map